Il senso dell’arte

Carissimi visitatori, lasciate un commento su questa frase :

“Guardando un opera d’arte, sempre vi proietteremo qualche significazione in più che non vi si riscontra effettivamente . In effetti dobbiamo fare così se l’opera d’arte deve diventare viva per noi. L’alone di vago, il carattere aperto del simbolo è una componente importante di ogni vera opera d’arte”

Ernst Gombrich

Immagini simboliche , 1970

Spero che sia un buon inizio per dialogare con voi !

Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Il senso dell’arte

  1. L’arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana – svolta singolarmente o collettivamente – che porta a forme creative di espressione estetica, poggiando su accorgimenti tecnici, abilità innate e norme comportamentali derivanti dallo studio e dall’esperienza. Nella sua accezione odierna, l’arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni, per cui le espressioni artistiche, pur puntando a trasmettere “messaggi”, non costituiscono un vero e proprio linguaggio, in quanto non hanno un codice inequivocabile condiviso tra tutti i fruitori, ma al contrario vengono interpretate soggettivamente. Alcuni filosofi e studiosi di semantica sostengono però che esista un linguaggio oggettivo che prescinda dalle epoche e dagli stili e che dovrebbe essere codificato per poter essere compreso da tutti, pur se gli sforzi per dimostrare questa affermazione sono finora stati infruttuosi.

    Nel suo significato più sublime l’Arte comprende ogni attività umana creativa di espressione estetica, priva di uno o più di quei pregiudizi da parte dell’artista che compie l’opera (o del gruppo di artisti) rispetto alla sua situazione sociale, morale, culturale, etica e religiosa che le masse del suo tempo stanno invece subendo. L’Arte indica l’espressione estetica della propria interiorità. In questo senso non v’è concetto di bellezza.

    L’arte può essere considerata anche sotto l’aspetto di una professione di antica tradizione svolta nell’osservanza di alcuni canoni codificati nel tempo. In questo senso, le professioni artigianali – quelle cioè che afferiscono all’artigianato – discendono spesso dal Medioevo, quando furono in qualche modo sviluppate come attività specializzate e gli esercenti arti e mestieri vennero riuniti nelle corporazioni. Ogni arte aveva una propria tradizione, i cui concetti fondamentali venivano racchiusi nella regola dell’arte, cui ogni artiere doveva conformarsi.

    L’Arte può avere il cosiddetto scatto in avanti , vale a dire un’intesa intima con le possibili società future.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Arte

    • Cara Danielle è vero che oggi l ‘arte ha un ampio significato , sicuramente molto più ampio di quello di una volta , considerando anche le possibiltà tecnologiche applicabili di cui veri maestri sono artefici . L’unico dubbio che mi sorge spontaneo , a volte , di fronte soprattutto a certe forme d’arte contemporanea è se si parla proprio di arte o di qualcos’altro ! A volte il ricorso all’estetica , alla novità per forza nuoce al sentimento che , per me , dovrebbe essere alla base di ogni forma d’ arte . Oggi questo sembra venire meno , forse perchè la nostra società rispecchia questo modo di essere . Ed io questo modo di vedere l’arte non lo condivido , dobbiamo noi artisti trasmettere emozioni puntando al cuore della gente . Io credo che lavorando in questo senso si possa trovare un linguaggio oggettivo per l’arte , perchè tutti , ma proprio tutti ( bianchi , neri , ecc. . ) un cuore ce lo abbiamo !

  2. Stefano Masetti scrive:

    Condivido pienamente la citazione. Personalmente adoro il simbolismo e credo che vi sia uno stretto rapporto fra pittura e poesia. Entrambe ci insegnano a vedere il mondo con occhi diversi. Del resto, molti poeti si sono ispirati a dei quadri per scrivere le loro poesie e viceversa. In entrambi i casi si parte da un’ emozione, del poeta o del pittore; nel momento in cui questa viene filtrata da colui che fruisce dell’opera d’arte ecco che si trasforma in qualcosa d’altro. Tutto dipende dall’intensità con cui si manifesta questa progressione e questo passaggio.

    • Caro Stefano concordo con questa tua profonda ed intensa riflessione e per chi fa arte alla base di tutto credo ci sia la ricerca di un emozione . Che la si trovi , nel nostro caso , sia nella intensità di una frase che nella sfumatura di un colore .

  3. Eve CHELI scrive:

    Ma che bello, Maurizio !
    Che bellissimi pittura. Mi piace moltissimo questo stile ..
    Complimenti ! e lunga vita al tuo sito web e il tuo blog.
    Baci
    Eve ;)

  4. michele loffredo scrive:

    caro Maurizio,
    ebbene ecco il sito! E la frase di Gombrich, non so se te l’ho mai detto, ma mi sono laureato con una tesi interdisciplinare in iconografia ed iconologia e Gombrich è stato il mio autore preferito, insieme al suo maestro Erwin Panosky (Saturno e la malinconia è uno degli studi più affascinanti che io abbia mai letto), quindi come non essere d’accordo con lu? In quanto al significato di arte, ebbene si sono spesi i classici fiumi di inchiostro, ora inchiostro elettronico virtuale, si arriverà mai ad una definizione condivisa?
    Ciao.

  5. Afrodite scrive:

    Tutto ciò che ci circonda è arte. ” I Maestri” ne carpiscono l’essenza e la divulgano attraverso le loro opere, che esprimono e trasmettono emozioni individualistiche, interagendo con il proprio io. Tali sensazioni attraversano la nostra coscienza e si rinnovano in pensieri, permettendo alla propria identità di navigare senza limiti di spazio e di tempo.

    • Cara ” Afro ” , le tue parole mi convincono sempre più che ho fatto bene ad inserire il blog nel mio sito perchè così ho dato modo alle persone sensibili come te di esprimere sensazioni che altrimenti resterebbero nel privato . Anche questo è un contributo alla diffusione dell’arte , grazie .

  6. Santina Ottavian scrive:

    Anche io condivido pienamente queste citazioni ……. L’arte come la realizzazione del Se’ porta leggerezza e liberta nella vita e’ come una vita spirituale che ci permette di attirare e materializzare cio che si desidera nella nostra vera essenza……… La spiritualita’ attraverso l’arte, ognuno a suo modo ad esprimere intuitiva conoscenza pittorica, e trasmettere al mondo che osserva il senso dello stato d’animo del pittore……….. Credo che ogni volta in cui si usi , la fantasia , ingegno, capacita’ gusto cromatico e estetica originalita’, ecc….. si possa parlare di arte……. L’arte del dipingere, il fascino del pennello, il profumo di un tubetto di tempera appena aperto, la lucentezza del biancore della tela davanti a te che imprimerai con la tua anima, tutto cio’ non ha confronti……………e vedere cio che nasce a poco a poco dalle tue mani sporche di tinte……..E’ anche vero che un dipinto deve avere certe caratteristiche per essere chiamato opera d’arte….ma e’ altrettanto vero che non deve essere fatto alla perfezione, se andiamo ad osservare il surreale che oltrepassa la dimensione, della realta: ed offre suggestioni fantastiche che evoca aspetti profonti della psiche…….ma l’importante e’ che deve trasmettere qualcosa al fruitore……

    • Carissima TIna , ognuno di noi ha una propria visione dell’arte e questo determina il fascino per questa o quell’opera . Per conto mio , credo che il sogno , la visione fantastica della realtà , l’ interpetrazione personale del simbolo rappresenti la fonte d’ ispirazione della mia pittura . E questo spero che evochi in voi spettatori le stesse mie sensazioni , accomunandoci nella riflessione e nella piacevolezza dell’osservare . CIao

      • Santina Ottavian scrive:

        Signor Laurenti , condivido pienamente cio che avete risposto………. E voglio congratularmi con lei , per l’originilita’ delle vostre opere, sono molte belle le atmosfere, e le sensazioni che emanano i vostri dipinti………… i miei piu’ cordiali saluti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>